Categorie
Antifascismo ASINERIE E OPINIONI Comunismo DEMOCRAZIA diritti donne famiglia fascismo GIORNALISMO partigiani Storia

FORTEBRACCIO – Leggi fasciste contro le donne

Ida_Dalser_e_Benito_Albino
Ida Dalser, moglie di Mussolini internata e morta in manicomio, con il figlio della coppia, Benito Albino

Come usa dire, Benito Mussolini fece anche qualcosa di buono. Ci si potrebbe scherzare sopra, dal punto di vista maschilista, dicendo che mise le donne al loro posto.

https://fortebraccionews.wordpress.com/2020/01/20/20-gennaio-27-il-governo-fascista-emana-la-legge-che-riduce-i-salari-delle-donne-della-meta-rispetto-agli-uomini-ilaria-romeo/?fbclid=IwAR3GKJEaZ0YAE5Mitd20sOipRfD1hXUlj0ucTMIv3ChLuQoYlIxfgYqk5DU

E i fascisti di oggi? Sembrano tali e quali. Pensate che Matteo Salvini ha intimato al cantante Antonio Signore, pseudonimato Junior Cally, di non stuprare, sequestrare e usare le donne in pubblico. Si capisce che in quel modo farebbe disordine. Il posto delle donne è in casa; violentate maltrattate sfruttate e uccise ma in casa, a uso e consumo dell’uomo. Guardate che è proprio uguale, neh? Proprio come il suo duce.

E poi, non si è ancora saputo ma ve lo dico io: quando lo metteranno dentro, il Salvini si porterà la bambola gonfiabile che secondo lui assomiglia a Laura Boldrini. A quanto pare i regolamenti lo consentono. In fondo il Matteo è segretamente innamorato della Laura, perciò la tratta come una troia.

A quel punto, abitando in carcere, sarà come portarsela a casa.

.

Fortebraccio è un “blog indipendente di informazione sindacale” che trovo molto interessante. Ne consiglio la lettura.

.

Ma desidero qui dedicare un pensiero al grandissimo Fortebraccio, il giornalista a cui indegnamente mi ispiro con questo umile blog, il re dei corsivisti.

Si chiamava Mario Melloni: antifascista autentico e poi partigiano, deputato democristiano, fu espulso dal partito perché contrario al riarmo della Germania.

Si dedicò ad avvicinare cattolici e comunisti, poi aderì al Partito Comunista.

Fu nuovamente deputato, poi direttore del Popolo, di Paese e Paese Sera. Infine scrisse mirabili corsivi satirici, di cui fui affezionato lettore, sull’Unità.

Bolognese di San Giorgio di Piano, iniziò la carriera giornalistica nel 1925, a Genova, nel glorioso Corriere Mercantile (fondato nel 1824, attivo fino al 2015).

Di attentialciuco

Genovese per sorte ma dotato di radici aliene, mi ritrovo a essere, per una serie di combinazioni, giornalista, counsellor, educatore professionale.
Nonostante ciò non ho molto da fare, perciò scrivo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...